TOP
Image Alt
  /  Consistenze   /  Consigli di pulizia   /  Pulire il gres porcellanato: tutti i consigli più utili

Pulire il gres porcellanato: tutti i consigli più utili

Il gres porcellanato  è uno dei materiali da rivestimento più facili da gestire. È resistente, duraturo e non ha quasi bisogno di cure.

Per questo oggi molti lo scelgono non solo per il rivestimento dei pavimenti di un interno, ma anche per le pareti, invece delle piastrelle tradizionali.

Per fare in modo che duri il più a lungo possibile, abbiamo pensato per te alcuni consigli di pulizia del gres porcellanato alla fine di una ristrutturazione o nella cura quotidiana. Scopri con noi tutti i modi e i mezzi per pulire il gres porcellanato da ogni tipo di sporco.

Come pulire il gres porcellanato alla fine di un intervento edilizio

Innanzitutto, dopo la posa delle piastrelle bisogna eliminare tempestivamente lo stucco dalla superficie del gres porcellanato. Le informazioni sull’intervallo di tempo necessario sono indicate sulla confezione del prodotto. Alla fine di tutti i lavori di ristrutturazione, invece, è necessario effettuare una pulizia completa e definitiva del rivestimento.

Per eliminare gli scarti dello stucco di cemento si può usare acqua calda pulita o prodotti per la pulizia leggermente acidi (nell’assortimento Italon è il prodotto A-CID), diluiti in acqua molto calda (1 L di prodotto per 5 L di acqua). Bisogna distribuire equamente la soluzione sulla superficie e farla agire per un po’ di tempo, senza lasciarla asciugare, e poi rimuoverla con stracci o spugne. Dopo aver eliminato lo sporco, bisogna pulire la superficie con abbondante acqua. Consigliamo di fare una prova su una piccola parte poco visibile della superficie. La resina epossidica è removibile solo con l’aiuto di uno speciale solvente epossidico, utilizzato nel minor tempo possibile dopo la posa delle piastrelle. Segui sempre con molta attenzione le istruzioni sulla confezione del prodotto.

Pulizia quotidiana del gres porcellanato

Grazie alle sue incredibili caratteristiche, il gres porcellanato non richiede attenzioni particolari. Può essere comunque danneggiato dall’accumulo di sporco, e di tanto in tanto ha bisogno di essere pulito.

Per la pulizia di tutti i giorni si possono usare acqua calda o detersivi liquidi non aggressivi, facili da reperire nei supermercati e molto pubblicizzati in televisione. Questi prodotti servono anche a evitare l’attacco del calcare e a eliminare le tracce di sapone nel gres porcellanato di un bagno o una cucina.

Se hai le piastrelle con superficie lucida Lux, è meglio pulirle solo con acqua calda e pulita.

Non conviene pulire le piastrelle con polveri abrasive, perché la superficie si potrebbe segnare. Inoltre, prima di pulire il pavimento o le pareti, controlla di aver tolto dalla superficie tutti i piccoli granelli di sabbia, sporco o qualunque altro tipo di rifiuti domestici con l’aiuto di una scopa morbida o un aspirapolvere.

Sconsigliamo fortemente di utilizzare cera, saponi a base oleosa o ad assorbimento e altri tipi di prodotti per la pulizia di superfici in granito ceramico.

In alcuni prodotti per la pulizia che si trovano sul mercato sono contenuti cera e brillantanti, che dopo alcuni utilizzi lasciano un segno lucido sul pavimento. Per evitare questo effetto bisogna pulire periodicamente la superficie con un prodotto a base alcalina tipo ITALON B-ASE, o altri detersivi a base alcalina, e terminare la pulizia del pavimento con acqua pulita.

Come togliere le macchie più ostinate dal gres porcellanato

Con l’uso quotidiano o per via di una ristrutturazione, sul gres porcellanato possono comparire macchie per cui non basta la solita pulizia.

In caso di formazione di macchie particolari o difficili da eliminare, consigliamo di utilizzare detersivi speciali, seguendo però attentamente le istruzioni. Prima di ogni pulizia, fai una prova su una piccola parte della superficie, soprattutto se si tratta di un gres porcellanato lappato o lucido (LUX).

Le macchie possono essere di natura organica (vino, caffè, coca-cola, ketchup, marmellata, olio di semi di lino, sangue, cera, ecc.), inorganica (ruggine, resti metallici, gesso, cemento, carbone, ecc.) e di origine sintetica (vernici, inchiostro, resine e smalti, pennarelli, silicone, gomma da masticare). A seconda del tipo di macchia scegli un detersivo specifico per pulire il gres porcellanato, che puoi trovare nei negozi di materiale edile o acquistare nei punti vendita Italon.

Sul nostro sito, nella sezione “riguardo al gres porcellanato” troverai una lista di possibili macchie e altrettanti consigli e prodotti per la loro pulizia.

Se rimangono dubbi, contattaci sul nostro sito o su Instagram.