Posare il gres porcellanato: È possibile senza fughe? - читать новости в сфере дизайна и ремонта|Blog Italon
TOP
Image Alt
  /  Consistenze   /  Posare il gres porcellanato: È possibile senza fughe?

Posare il gres porcellanato: È possibile senza fughe?

Una delle domande più comuni da parte di acquirenti e progettisti riguarda la posa senza giunzioni. Dopo tutto, ora che la qualità dei prodotti è notevolmente migliorata grazie allo sviluppo delle tecnologie di produzione e all’aumento della competenza dei piastrellisti, oltre al miglioramento delle attrezzature per il lavoro, c’è una forte tentazione di rendere tutto “perfetto” ignorando gli avvertimenti e le raccomandazioni.

Un professionista esperto ha già imparato e capito questo, e spieghiamo a tutti i clienti che sentono questa domanda per la prima volta che un buon gres porcellanato è solo la metà del risultato finale. Il risultato finale è rappresentato dalla piastrella posata, e la posa delle piastrelle è il risultato del lavoro congiunto dei professionisti. Le pretese riguardanti la qualità del gres porcellanato vengono accettate solo per il materiale non posato.

Noi lo sconsigliamo! 

 

Anche se si suppone che tutto sia stato realizzato correttamente e secondo la procedura tecnologica giusta, ci sono ancora rischi imprevisti legati alle vibrazioni, ai carichi termici e meccanici che si verificano nella struttura portante dell’edificio.

Per questo motivo, su grandi superfici superiori a 25 m2, sono necessari ulteriori giunti di dilatazione.

 

Teoricamente, solo il gres porcellanato rettificato può essere posato con una fuga minima. Tuttavia, anche in questo caso, la fuga deve essere di almeno 2 mm (spiegheremo il motivo più avanti).

 

Per saperne di più sulla differenza tra i due tipi di piastrelle, si può consultare l’articolo  “Gres Porcellanato: Rettificato o Non Rettificato – Come Scegliere”. Quindi, non prenderemo in considerazione il gres non rettificato, ma esamineremo il gres porcellanato che viene tagliato ai bordi ad un angolo di 90 gradi durante il processo di rifinitura dei bordi.

 

È proprio questo tipo di gres porcellanato che attira per la sua capacità di essere posato con fughe minime.

Ecco perché lo sconsigliamo:

  1. Ogni piastrella, anche la più dritta, ha una tolleranza dimensionale di ±0,5 mm su qualsiasi lato ed è considerata una norma (norma UNI EN ISO 10545-2). Ora immagina di posare queste piastrelle senza fuga, alla fine potremmo ottenere un effetto in cui le fughe non coincidono ma “ballano”. Non ha un bell’aspetto.
  2. Inoltre, non è consigliabile posare le piastrelle senza fuga in ambienti umidi: l’acqua può infiltrarsi nelle fessure, creando un ambiente favorevole per la proliferazione di batteri e muffe.
  3. Se il gres porcellanato viene usato come rivestimento per un pavimento riscaldato, dove tutti i materiali sono sottoposti a forti variazioni di temperatura, la piastrella potrebbe staccarsi dalla base se posata senza fuga.
  4. Bisogna anche evidenziare che una fuga di 1 mm non permette di riempire adeguatamente la fessura con lo stucco, come invece è consigliato per una stuccatura di qualità. Ovvero, non meno di ⅔ della profondità della fuga. Questo risultato può essere raggiunto solo con le fughe di almeno 2 mm di spessore.

Volete scoprire altre informazioni utili per il vostro progetto di ristrutturazione?

Benvenuti nel blog di Italon ‘Consistenze’